Conosciamo meglio le diverse fibre

Comprendere pienamente le caratteristiche distintive delle differenti fibre, sia convenzionali che teniche, è determinante per una corretta scelta del prodotto in funzione dell'utilizzo a bordo. Come sappiamo, le cime sono normalmente composte da un'anima, che ne determina le caratteristiche meccaniche relative all'allungamento e al Breaking Load (carico di rottura); l'anima può essere utilizzata senza ulteriori coperture, prendendo il nome di costruzione a "treccia singola". In altri casi, i più comuni, l'anima è ricoperta da una calza (quella colorata esterna) con funzioni protettive e meccaniche relativamente all'usura e alla maneggevolezza: questa seconda tipologia costruttiva prende il nome di "doppia treccia".
Le anime delle cime sono costruite partendo da filati di fibre di svariato tipo, quali ad esempio il Dyneema, il PBO-Zylon etc. con differenti caratteristiche e destinazioni d'uso. Analogamente, il corretto mix di fibre che compongono le differenti possibili calze influenza in modo sostanziale la durata di una cima e il suo corretto funzionamento per una determinata manovra corrente.
In questa e nelle altre pagine dedicate alla scelta delle cime sono riassunte le caratteristiche peculiari delle varie fibre tecniche.

1) Fibre di base “convenzionali”

Sono le fibre più diffuse e maggiormente utilizzate come base per la produzione delle cime.

PET = Poliestere H.T.

Dacron® PET H.T.
Trevira® Altre

PA = Poliammide

Nylon® Enkalon®
Perlon® Altre

2) Fibre “High Performance”

Queste fibre tecniche ad alte performance derivano da “aromatizzazioni” delle fibre di base

LCP

Vectran®

Dal PET (Poliestere) sono derivate le fibre LCP (tipo il Vectran)

ARAMIDICHE

Kevlar® Kevlar / Twaron®
Technora® Nomex

Dal PA (Poliammide) derivano le fibre ARAMIDICHE (tipo il Kevlar)


3) Fibre tecniche di ultima generazione

Altre due fibre, completamente diverse fra loro per composizione chimica e caratteristiche tecniche generali, sono oggi fra le più importanti ed utilizzate per le applicazioni ad alte prestazioni.
La sigla che le identifica è HMPE e PBO, da cui derivano rispettivamente i nomi commerciali di Dyneema® e Zylon®.
La fibra Dyneema® pur mantenendo una costanza nelle sue caratteristichedi base, offre una scelta di differenti performance nei tre tipi SK90, SK78 SK75.

PBO

Zylon®

Dal PET (Poliestere) sono derivate le fibre LCP (tipo il Vectran)


Tabella comparativa delle proprietà delle fibre tecniche utilizzate da armare Tenacità Allungamento alla rottura Gravità specifica Resistenza agli agenti atmosferici Resistenza all'abrasione Temperatura di fusione
  [cN/dTex] [%] [Kg/dm3] [-] [-] [°C]
Poliestere H.T. 7,6 12,3 1,38 Buona Molto buona 260
Kevlar®/Twaron® 19,6 3,1 1,39 Poca Scarsa 430
Technora® 22,3 4,0 1,39 Poca Scarsa 500
Vectran® 24,2 3,3 1,41 Scarsa Poca 330
Zylon® 33,9 2,8 1,56 Molto scarsa Poca 650
Dyneema® 34,2 3,4 0,97 Ottima Molto buona 145
Hai bisogno di aiuto?

Contatta l'Help Desk Armare,
ti aiuteremo nei tuoi acquisti.
Con Armare scegliere la cima giusta
è diventato ancora più facile.

Il servizio è attivo con i seguenti orari:

Lunedi - Venerdi ore 9-12 14-17


Puoi comunque contattarci inviandoci un messaggio, sarai ricontattato al più presto.

Invia un messaggio